GLADIO: PROCURA MILITARE PADOVA OTTIENE DOCUMENTI SISMI
GLADIO: PROCURA MILITARE PADOVA OTTIENE DOCUMENTI SISMI

venezia, 15 gen. - (adnkronos) - si sgonfia la polemica tra la procura militare di padova e la procura della repubblica di roma per i documenti sul sismi. il decreto di sequestro dei documenti del servizio segreto contenuti nei 19 armadi di forte braschi, emesso dallA PROCURA MILITARE DI PADOVA CHE INDAGA SULLA GLADIO, e' stato infatti eseguito ieri sera. lo si e' appreso oggi in ambienti della procura di padova.

i due sostituti procuratori sergio dini e benedetto roberti starebbero per entrare in possesso di due documenti di importanza minore, non contenuti nei 19 armadi e sarebbero stati apposti gia' i sigilli accanto a quelli della procura di roma in modo tale che il giorno in cui verranno aperti gli archivi potranno essere presenti anche i giudici militari di padova.

i due sostituti procuratori militari, dopo aver interrogato una decina di gladiatori, nei giorni scorsi avevano chiesto di avere il testo dell'accordo tra cia e sifar all'origine della gladio (su cui c'e' un veto della nato) e gli otto allegati che riguardano la struttura e l'arruolamento. ma il direttore del sismi, ammiraglio fulvio martini, si era opposto decisamente alle richieste della procura militare di padova appunto per il ''top secret'' internazionale. ieri, poi, era trapelata la notizia di un contrasto tra la procura di padova e quella di roma, competente per territorio, che il 22 dicembre scorso aveva posto i propri sigilli sui 19 armadi contenenti tutta la documentazione sui servizi segreti.

(dac/zn/adnkronos)