OLP: ISRAELE SMENTISCE, SOSPETTI SU ABU NIDAL (2)
OLP: ISRAELE SMENTISCE, SOSPETTI SU ABU NIDAL (2)

Tanto che la stessa radio Israele, dichiarando la ''totale estraneita''' di Tel Aviv ai fatti di Tunisi, ha accusato una guardia del corpo palestinese dell'agguato ai due uomini di vertice nel Comitato Esecutivo (governo) dell'Olp oltre che del rapimento di moglie e figlia di Abu Hol, liberate stamane dalla polizia tunisina contestualmente all'arresto del loro carceriere, una guardia del corpo palestinese, identificata come Hamzah Abdullah.

L'ipotesi del coinvolgimento del gruppo terroristico di Abu Nidal - in lotta con i ''moderati'' dell'Olp a sostegno della battaglia ad oltranza contro Israele - e' avvalorata dalle testimonianze, rese da fonti tunisine oltre che dal portavoce dell'Olp a Cipro, secondo cui il responsabile dell'agguato, sarebbe un esponente di spicco del Crf.

Radio Tunisi ha intanto annunciato che la polizia sta interrogando l'uomo. Tuttavia, esponenti del Crf a Beirut hanno gia' negato la paternita' dell'assassinio dei due fra i piu' stretti collaboratori di Yasser Arafat, il leader dell'Olp rimasto a Baghdad ''in segno di solidarieta'' col regime iracheno, rilanciando essi stessi le accuse al Mossad.

L'assassinio dei due membri su nove del Comitato centrale di Al-Fatah, fazione maggioritaria dell'Olp, e le energiche accuse al Mossad che ne sono seguite hanno intanto indotto le autorita' israeliane ad imporre il coprifuoco nei maggiori campi profughi palestinesi nei territori occupati.

(lar/pe/adnkronos)