TRAPIANTO DI MIDOLLO: DAGLI USA SPERANZE PER IL CANCRO
TRAPIANTO DI MIDOLLO: DAGLI USA SPERANZE PER IL CANCRO

washington 15 gen. - (adnkronos) - Negli Stati Uniti si torna a parlare di trapianto di midollo osseo e, non soltanto per il trattamento della leucemia, ma volgendo l'attenzione su altri tipi di cancro. In tempi recenti, moltissime donne americane ammalate di cancro della mammella, hanno chiesto alle compagnie assicuratrici della salute, di pagare centinaia di migliaia di dollari per effettuare il trapianto autologo di midollo.

Questa tecnica prevede il prelevamento di parte del midollo osseo della paziente, successivo congelamento e reimmissione nell'organismo dopo il trattamento di chemioterapia antiblastica. Il traguardo di questo procedimento e' dato dal massivo incremento che si puo' dare alla chemioterapia per uccidere le cellule tumorali del paziente (cancro della mammella nel caso delle donne americane); l'ammalato, infatti, riceve la dose di chemioterapia e dopo qualche tempo il suo midollo che non viene cosi' danneggiato dall'eccessiva dose di farmaco.

Durante il periodo in cui il paziente si trova senza midollo, viene messo in una stanza sterile per evitare le infezioni cui e' soggetto per il suo stato di immunodepressione. Numerosi studi sono stati effettuati, specialmente dalle compagnie assicuratrici, riguardo ai benefici del trattamento ed in effetti molti dubbi permangono a causa delle difficolta' di seguire nel tempo i pazienti e di vederne quindi modificata la sopravvivenza. (segue)

(ria/zn/adnkronos)