DICHIARAZIONE REDDITI: LE PRINCIPALI (3)
DICHIARAZIONE REDDITI: LE PRINCIPALI (3)

L'IMPOSTA VIENE RISCOSSA MEDIANTE RITENUTA ALLA FONTE OPERATA DALL'INTERMEDIARIO ALL'ATTO DEL PAGAMENTO DEL CORRISPETTIVO; QUALORA LE PLUSVALENZE SIANO REALIZZATE TRAMITE INTERMEDIARI ESTERI LE PLUSVALENZE STESSE DEVONO ESSERE INSERITE NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI E CONTESTUALMENTE DEVE ESSERE ESSERE VERSATA L'IMPOSTA SOSTITUTIVA.

TRASFERIMENTI DA E PER L'ESTERO DI DENARO, TITOLI E VALORI MOBILIARI:

LA LEGGE N.227/90 PER IL MONITORAGGIO DI CAPITALI DA E PER L'ESTERO HA INTRODOTTO L'OBBLIGO DI INDICARE NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI I TRASFERIMENTI, EFFETTUATI ATTRAVERSO INTERMEDIARI NON RESIDENTI, DI DENARO, TITOLI E VALORI MOBILIARI DI IMPORTO COMPLESSIVO SUPERIORE A 20 MILIONI DI LIRE. HA INOLTRE PREVISTO ANALOGO OBBLIGO PER GLI INVESTIMENTI O ATTIVITA' FINANZIARIA ALL'ESTERO DI IMPORTO COMPLESSIVO SUPERIORE A 20 MILIONI DI LIRE.

CREDITO D'IMPOSTA A FAVORE DELLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO DI MERCI PER CONTO DI TERZI:

LA LEGGE N. 165/90 HA PREVISTO LA CONCESSIONE DI UN CREDITO D'IMPOSTA A FAVORE DELLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO DI MERCI PER CONTO DI TERZI, UTILIZZABILE PER IL PAGAMENTO DELLE IMPOSTE SUI REDDITI E DELL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO.

IL DECRETO INTERMINISTERIALE DEL 19 OTTOBRE 1990 HA FISSATO LE MODALITA' E LE MISURE PER USUFRUIRE DEL CREDITO. (SEGUE)

(RED/PAN/ADNKRONOS)