GOLFO: I ''SACRIFICI'' IN CASO DI GUERRA
GOLFO: I ''SACRIFICI'' IN CASO DI GUERRA

roma, 15 gen. -(adnkronos)- riscaldarsi un'ora al giorno in meno e diminuire di un grado la temperatura consueta: questo il piccolo sacrificio che il governo chiedera' agli italiani salvo scuole ed ospedali) in caso di guerra nel golfo. un provvedimento ''volontario'' che scattera' solo se l'aie dichiarera' lo stato di emergenza energetica che dovrebbe portare ad una compressione dei consumi energetici civili di circa 100 mila tonn. al mese.

lo ha deciso questa sera il comitato interministeriale per l'emergenza energetica, varando al tempo stesso una manovra complessiva di risparmio che prevede l'immissione sul mercato di 300 mila tonnellate al mese di scorte petrolifere e la sostituzione a metano di 100 mila tonnellate di greggio.

''il sacrificio che chiediamo agli italiani -ha spiegato il ministro battaglia- non mi pare traumatico. si tratta di semplice buon senso in una situazione che mi sembra complessivamente sotto controllo. il provvedimento servira' a calmierare i prezzi anche se il suo effetto si sviluppera' piuttosto nel medio periodo. per l'immediato ci attende una impennata dei prezzi. e' uno sforzo volontario che non prevede sanzioni amministrative. se si fa poco tutti quanti con buon senso il sacrificio sara' davvero minimo''. (segue)

(tes/pan/adnkronos)