GOLFO: IRAN, DIVISI GOVERNO E INTEGRALISTI
GOLFO: IRAN, DIVISI GOVERNO E INTEGRALISTI

TEHERAN, 15 GEN.(ADNKRONOS) - A POCHE ORE DALLA SCADENZA DELL'ULTIMATUM DELLE NAZIONI UNITE ALL'IRAQ, LA POSSIBILITA' CHE IN CASO DI GUERRA L'IRAN POSSA ABBANDONARE LA LINEA DI NEUTRALITA' SEGUITA FINORA PER SCHIERARSI COL SUO EX NEMICO RESTA INCERTA. OGGI, RADIO TEHERAN HA RIBADITO CHE LE FORZE POLITICHE VICINE AL PRESIDENTE RAFSANJANI SOSTENGONO LA POSIZIONE DEL GOVERNO, CHE CIOE' L'IRAQ DEVE RITIRARSI DAL KUWAIT, MA CHE ANCHE LA FORZA MULTINAZIONALE DEVE LASCIARE L'ARABIA SAUDITA. LA POSIZIONE DEL GOVERNO, HA AGGIUNTO RADIO TEHERAN, E' PERO' CONTRASTATA DALLE FORZE RADICALI.

GLI INTEGRALISTI ISLAMICI, HA PRECISATO L'EMITTENTE, SOSTENGONO CHE SE MUSULMANI DOVESSERO CADERE VITTIME DELLE FORZE INFEDELI, L'IRAN DOVREBBE SCHIERARSI AL LORO FIANCO. ANALOGA POSIZIONE ERA STATA ESPRESSA IERI DAL QUOTIDIANO IRANIANO ''KAYHAN AL ARABI'',SECONDO IL QUALE '' LA REPUBBLICA ISLAMICA IRANIANA NON RESTERA' NEUTRALE SE UN QUALSIASI POPOLO MUSULMANO VERRA' AGGREDITO''.

RADIO TEHERAN HA INOLTRE COMUNICATO CON RILIEVO LA PRESENZA A TEHERAN DEL NUMERO DUE LIBICO, MAGGIORE JALLUD, GIUNTO STANOTTE NELLA CAPITALE IRANIANA. PROVENIENTE DA BAGHDAD, JALLUD E' STATO ACCOLTO DAL PRIMO VICE PRESIDENTE IRANIANO HASSAN HABIBI. SECONDO QUANTO HA RIFERITO RADIO TEHERAN, JALLUD , PORTATORE DI UN PIANO DI PACE DI GHEDDAFI, HA DICHIARATO CHE ''L'IRAN E LA LIBIA, IN QUANTO PAESI ISLAMICI RIVOLUZIONARI , DEVONO COOPERARE CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE''.

(ARE/PE/ADNKRONOS)