GOLFO: LI PENG, CONTRO LA GUERRA
GOLFO: LI PENG, CONTRO LA GUERRA

PECHINO, 15 GEN - (ADNKRONOS/DPA) - Il primo ministro cinese, Li Peng, continua a cercare una soluzione pacifica alla crisi del Golfo Persico e mette in guardia contro le disastrose conseguenze che avrebbe una guerra nella regione. Lo ha riferito oggi l'agenzia di stampa ufficiale cinese ''Xinhua''.

Nel corso di una riunione con il presidente rumeno Ion Iliescu, a Pechino in visita ufficiale, Li Peng ha aggiunto che i tentativi diplomatici devono continuare nella speranza di scongiurare l'orrore di un conflitto armato. Ma, il primo ministro cinese si e' dichiarato non del tutto contrario in linea di principio all'uso della forza per espellere le truppe irachene dal Kuwait. Nella riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, la Cina aveva deciso di non votare la risoluzione che autorizzava di fatto l'uso della forza qualora l'iraq non si fosse ritirato dal Kuwait allo scadere dell'ultimatum.

Il presidente rumeno Ion Iliescu, da parte sua, ha abbreviato la sua permanenza a Pechino - prima visita ufficiale in Cina dalla sconfitta del dittatore Nicolae Ceaucescu, avvenuta lo scorso dicembre - perche' la ''situazione nel Golfo e' estremamente tesa''. Tuttavia, si vocifera che in realta' Iliescu rientri prima del previsto nel suo paese perche' preoccupato da eventuali proteste interne.

(red/pan/adnkronos)