OLP: L'IMPORTANZA DEI DUE ASSASSINATI
OLP: L'IMPORTANZA DEI DUE ASSASSINATI

Roma, 15 gen - (adnkronos)- L'assassinio di Abu Iyad e Abu Hol, entrambi rieletti a stragrande maggioranza nel comitato centrale di al-Fatah il nove agosto scorso, puo' giovare solo a Israele o ai falchi delle organizzazioni di guerriglia estremiste, come il Gruppo di Abu Nidal, ragionano gli analisti alla ricerca di una responsabilita' per il triplice omicidio di ieri notte a Tunisi. Al di la' della ricerca dei responsabili, la morte di Abu Iyad e abu Hol, secondo la maggior parte degli analisti specializati, provoca un notevole indebolimento sia nell'Olp che in al-Fatah (il braccio armato e organizzazione di maggioranza dell'Olp) dell'ala ''pensante'', quella favorevole alle svolte politiche prima ancora che alla soluzione del kalashnikov.

Negli ultimi mesi non pochi esperti della mappa palestinese avevano segnalato le difficolta' dell'Olp a distinguere la sua posizione da quella degli estremisti (soprattutto agli occhi degli americani). Segnalavano, agli estremi, la posizione ''oltranzista'' del filosiriano Farouk al-Kaddoumi, numero tre del Consiglio, di cui, di fatto, rappresenta il ministro degli esteri, e quella moderata ''filoccidentale'' di Abu Iyad (Salah al-Khalaf), promotore del dialogo con Washington e pertanto il primo a condannare l' ''avversario'' Abu Abbas per l'attacco dello scorso 30 maggio su una spiaggia isrealiana, sembra con l'appoggio di Abu Hol. (segue)

(cab/PE/ADNKRONOS)