ROMANIA: RE MICHELE PROPONE UN REFERENDUM
ROMANIA: RE MICHELE PROPONE UN REFERENDUM

Roma, 15 gen (adnkronos/dpa)- '' La monarchia puo' svolgere un ruolo fondamentale nella rinascita della Romania. Penso ad una monarchia moderna, di tipo costituzionale, sul modello spagnolo, che si faccia quindi garante delle liberta' fondamentali e parlamentari. Naturalmente questo deve essere ESPRESSIONE DI UNA VOLONTA' DEL POPOLO CHE DEVE scegliere tra monarchia e repubblica'': a parlare e' re Michele I di Romania, raggiunto dall'''adnkronos'' nel suo esilio in Svizzera.

Ma SE non si dovesse arrivare ad una restaurazione -abbiamo chiesto a re Michele - lei accetterebbe il ruolo di presidente della repubblica? ''Certamente no. Non e' il mio ruolo. Il presidente della repubblica e' espressione di parte mentre il re si pone al di sopra di tutto, fungendo da bilanciere di tutte le istanze. E' diverso, pertanto, il ruolo politico''.

''Perche' avvenga un cambiamento e' molto importante che - ha sottolineato re Michele - nella popolazione sia forte la coscienza della volonta' di un cambiamento. Un referendum tra monarchia e repubblica si rivelerebbe nell'immediato prematuro: la monarchia e' stata bistrattata negli ultimi 40 anni e non tutti sono coscienti di quanto abbia realizzato per il paese in passato.

''Tuttavia esistono diversi partiti nel paese che hanno al loro interno componenti che vedrebbero con favore una restaurazione. In questi anni di esilio sono stati in molti a venirmi a trovare e a chiedermi di fare il possibile. In alcune manifestazioni di piazza i dimostranti hanno chiesto il rientro della mia casa e una scelta istituzionale monarchica. (segue)

(APA-CIN/PE/ADNKRONOS)