URSS: CONFERENZA STAMPA DEL NUOVO PRIMO MINISTRO (2)
URSS: CONFERENZA STAMPA DEL NUOVO PRIMO MINISTRO (2)

AD UNA DOMANDA SUI RIFLESSI NELL'ECONOMIA SOVIETICA DI UN EVENTUALE RIESAME DA PARTE DEI PAESI OCCIDENTALI DELLA POLITICA DI AIUTI ALL'UNIONE SOVIETICA DOPO I FATTI DELLA LITUANIA, PAVLOV HA RISPOSTO DICHIARANDO DI AVER SEMPRE CONSIDERATO L'AIUTO OCCIDENTALE ''PIUTTOSTO COME UN FATTORE POLITICO SOCIALE PIU' CHE ECONOMICO, COME UNA MANIFESTAZIONE DELLA DISPONIBILITA' AD OFFRIRCI UNA MANO PER AIUTARCI. DAL PUNTO DI VISTA ECONOMICO PER ESEMPIO TUTTO L'AIUTO ALIMENTARE OFFERTOCI DALLA GERMANIA, - HA AGGIUNTO - CORRISPONDE ALLA QUANTITA' DI CIBO NECESSARIO A SFAMARE LA POPOLAZIONE DI MOSCA PER UN GIORNO, E NEPPURE COMPLETAMENTE''.

PAVLOV HA ESPRESSO LA SPERANZA CHE GLI ACCORDI CONCLUSI CON I PAESI OCCIDENTALI SULLA CONCESSIONE DI CREDITI SARANNO REALIZZATI, ''BENCHE' QUESTI NON SEMPRE SI REALIZZINO ABBASTANZA RAPIDAMENTE E NELLA FORMA CHE NOI VORREMMO''. IL DEBITO ESTERO AMMONTA A PARERE DI PAVLOV, A CIRCA 35 MILIARDI DI DOLLARI. ''IL GABINETTO DEI MINISTRI - HA CONCLUSO PAVLOV - E' UN ELEMENTO DEL SISTEMA DI GOVERNO PRESIDENZIALE E PER QUESTO NON HA QUEI POTERI LEGISLATIVI CHE AVEVA IL PRECEDENTE CONSIGLIO DEI MINISTRI''.

(BEN/pe/adnkronos)