GOLFO: ATTESA AL SENATO PER IL DIBATTITO
GOLFO: ATTESA AL SENATO PER IL DIBATTITO

ROMA 15 GEN -(ADNKRONOS)- PUNTATI SULLA GIORNATA DI DOMANI I RIFLETTORI DEL MONDO POLITICO. OGGI E' STATA UNA GIORNATA D'ATTESA, SOTTOLINEATA DALLE PREOCCUPAZIONI E DALLE SPERANZE. L'ORA X STA PER SCATTARE E A MOLTI 'SEMBRA DI RIVIVERE I GIORNI DI UN PASSATO REMOTO: LA VIGILIA DEL PATTO DI MONACO. PREOCCUPAZIONI SONO STATE ESPRESSE DAL COMUNISTA ANDREA MARGHERI COSI' COME DALL'INDIPENDENTE DI SINISTRA ADRIANO OSSICINI.

IL SOCIALISTA GINO GIUGNO, PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE LAVORO, HA DETTO CHE PER L'ULTIMATUM CHE STA PER SCADERE NON BISOGNEREBBE USARE ''IL TERMINE DI GUERRA PERCHE' QUESTA E' UN'OPERAZIONE DI POLIZIA INTERNAZIONALE SOTTO L'EGIDA DELLE NAZIONI UNITE. QUANDO SI OPPONE ALL'IDEA DELLA GUERRA L'IDEA DELLA NON VIOLENZA SI COMMETTE UN ERRORE DI METODO PERCHE' SAREBBE COME DIRE CHE LA POLIZIA DEVE OPPORSI AI CRIMINALI CON LA NON VIOLENZA''.

SECONDO GIUGNI A FRONTE DI UNA POSIZIONE COME QUELLA DI SADDAM NON ESISTE ALTRA ''VIA D'USCITA CHE LA DETERRENZA''. SI PUO' SPERARE CHE NO NSIA NECESSARIO NE' DOMANI NE IN FUTURO, MA HA CONCLUSO IL PARLAMENTARE SOCIALISTA, ''L'INCOGNITA E' CHE SADDAM GIOCHI D'ASTUZIA SUL FILO DEL RASOIO E BISOGNA FARE ATTENZIONE A NON CADERE NELLA TRAPPOLA''. LA GUERRA -A SUO GIUDIZIO- NON DUREREBBE, COMUNQUE, A LUNGO. (SEGUE)

(GSM/PAN/ADNKRONOS)