CONGRESSO PCI: DC, PSI, PSDI - CRITICHE (2)
CONGRESSO PCI: DC, PSI, PSDI - CRITICHE (2)

(ADNKRONOS) - IL SOCIALISTA VALDO SPINI INDIVIDUA ''IL TENTATIVO DI AGGREGARE UNA NUOVA GENERAZIONE DI MILITANTI SUL TEMA DELLA PACE''. ''LA CONTRADDIZIONE - SPIEGA - E' CHE LO STESSSO OCCHETTO HA DIPINTO SADDAM HUSSEIN CON TINTE MOLTO FOSCHE, SENZA PERO' RIUSCIRE A PROPORRE NESUNA INIZIATIVA REALISTICA PER FERMARLO''.

IN QUESTO MODO, IL PCI SI TROVA PIU' VICINO ''ALLA POSIZIONE ASSUNTA DAL CC DEL PCUS, CHE NON ALLA DICHIARAZIONE CONGIUNTA DEI CAPI DELLA DIPLOMAZIA SOVIETICA E AMERICANA''. ''I PROBLEMI DELLA PACE - SOTTOLINEA ANCORA L'ESPONENTE SOCIALISTA - SONO MOLTO DIFFICILI E COMPLESSI, RIDURLI A QUALCOSA DI SEMPLICISTICO RISCHIA DI BUTTARE FUORI IL PCI DA UN DISCORSO CONCRETO DI SINISTRA DI GOVERNO''.

A GIUDIZIO DI SPINI, IL PCI HA MESSO IN ATTO ''IL VECCHIO TENTATIVO DI INCONTRO DEL MONDO CATTOLICO, CON LA CONSEGUENZA DI METTERE IN OMBRA I RAPPORTI CON QUEI VALORI DI SOCIALISMO LIBERALE CHE INVECE ERANO SEMBRATI PREVALERE DOPO LA SVOLTA DELL'89''. ''CON IL RISULTATO - AGGIUNGE - CHE LA DISSIDENZA SU QUESTO FRONTE, RISPETTO ALLA POSIZIONE DEL PCI, VIENE PROPRIO DA FIGURE COME BOBBIO E FOA, MENTRE IL DISSENSO NEL MONDO CATTOLICO, IN LINEA CON LE POSIZIONI DEL PONTEFICE, L'HANNO MANIFETATO FORMIGONI E BARDELLA''. (SEGUE)

(MZZ/RDA/ADNKRONOS)