CONGRESSO PCI: DIBATTITO SU RELAZIONE OCCHETTO
CONGRESSO PCI: DIBATTITO SU RELAZIONE OCCHETTO

RIMINI, 1 FEB. (ADNKRONOS) - NELLA SEDUTA ANTIMERIDIANA SONO TRA GLI ALTRI INTERVENUTI SERGIO GARAVINI, LUCIO LIBERTINI, CESARE SALVI E UMBERTO RANIERI. MOLTO CRITICI GARAVINI E LIBERTINI CHE HANNO SOTTOLINEATO LA DIFFICOLTA DI POTER ADERIRE AL NUOVO PARTITO. ''E' EMERSO TRA DI NOI E SI E' CONSOLIDATO -HA DETTO GARAVINI- UN DIVARIO DI ANALISI E DI PROPOSTE. IL QUADRO ORGANIZZATIVO CHE CI E' STATO PROPOSTO PER IL PDS MI PARE NON CONSENTA L'IMPEGNO PER UN NUOVO PROGETTO COMUNISTA. RITENGO QUINDI CHE SIA BEN DIFFICILE E PROBLEMATICA L'ADESIONE MIA AL PDS. AVEVAMO PROPOSTO L'IPOTESI DI PATTO FEDERATIVO CHE NON E' STATA ACCETTATA MA CHE RITENGO RESTI ANCORA UNA PROSPETTIVA VALIDA. SENTO PIU' CHE MAI -HA CONCLUSO GARAVINI- CHE L'AFFERMAZIONE DI UN'AUTONOMIA ORGANIZZATIVA E POLITICA COMUNISTA HA SENSO SE E' CAPACE DI TRADURSI IN UNA VERA DIALETTICA''.

ANCHE LIBERTINI HA RILEVATO CHE OCCORRE LAVORARE PER UN PROCESSO DI RIFONDAZIONE COMUNISTA CHE RIGUARDA ''UN'AREA PIU' VASTA DELLA NOSTRA MOZIONE CONGRESSUALE E INVESTE LE GIOVANI GENERAZIONI, MA RISPETTIAMO ALTRE ELABORAZIONI ED ESPERIENZE E NON VOGLIAMO DISPERDERE L'ENORME POTENZIALITA' UMANA E SOCIALE DEL PCI. IN QUESTO SENSO IL PATTO FEDERATIVO E' LA SOLA SOLUZIONE UNITARIA POSSIBILE''. (SEGUE)

(GUG/GS/ADNKRONOS)