CONGRESSO PCI: ''MIGLIORISTI'' MUGUGNANO (2)
CONGRESSO PCI: ''MIGLIORISTI'' MUGUGNANO (2)

(ADNKRONOS) - ''SULLA BASE DELLA RELAZIONE- HA PRECISATO STAMANE GIANNI PELLICANI, SINTETIZZANDO L'ORIENTAMENTO DELLA RIUNIONE DI IERI- CI SONO LE CONDIZIONI PER UNA DIFFERENZIAZIONE DA PARTE NOSTRA, MA NON PER UNA CONTRAPPOSIZIONE CHE CI PORTI AD USCIRE DALLA MAGGIORANZA. CERTO, SE POI VIENE PRESENTATO AL CONGRESSO UN ORDINE DEL GIORNO SUL GOLFO CHE CHIEDE IL RITIRO DEL CONTINGENTE ITALIANO, SULLA SCORTA DI QUELLO APPROVATO DAL PCI ROMANO, LE COSE CAMBIANO. PER ORA, COMUNQUE, LA NOSTRA POIZIONE E' DI CRITICA, NON DI ROTTURA''.

SECONDO GIANFRANCO BORGHINI, UNO DEI ''MIGLIORISTI'' PIU' DURI NEI CONFRONTI DELLA RELAZIONE DI OCCHETTO, ''IL DISCORSO DEL SEGRETARIO E' STATO AMBIGUO SUL GOLFO E NECESSITA PERCIO' DI UN CHIARIMENTO''. ''IL NOSTRO ATTEGGIAMENTO- HA RILEVATO ANCORA BORGHINI- DIPENDERA' DAL MODO IN CUI VERRA' SCIOLTO QUESTO NODO. QUEL CHE E' CERTO E' CHE NON SI PUO' RIMANERE COSI', SULLE POSIZIONI ESPRESSE IERI DA OCCHETTO, ANCHE PERCHE' NESSUNO HA CAPITO IL SIGNIFICATO DELLE SUE AFFERMAZIONI, FRUTTO DI UN ESERCIZIO DI EQUILIBRISMO''.

(MEL/RDA/ADNKRONOS)