GOLFO: NUOVO ATTACCO FORMIGONI A DE MICHELIS
GOLFO: NUOVO ATTACCO FORMIGONI A DE MICHELIS

MILANO, 1 FEB.(ADNKRONOS)- NON ACCENNA A CHIUDERSI LA POLEMICA DELL'EURODEPUTATO NONCHE' LEADER CARISMATICO DEL MOVIMENTO POPOLARE, ROBERTO FORMIGONI, NEI CONFRONTI DEL MINISTRO DEGLI ESTERI, GIANNI DE MICHELIS, RIGUARDO ALLA POLITICA ADOTTATA DA QUEST'ULTIMO DURANTE LA CRISI DEL GOLFO.

FORMIGONI HA APPROFITTATO OGGI DELLO SPUNTO OFFERTO DALL'INCONTRO SVOLTOSI ALLA UNIVERSITA' CATTOLICA DI MILANO SUL TEMA ''GUERRA NEL GOLFO: LO SCANDALO DELLA PACE'', ORGANIZZATO DAI CATTOLICI POPOLARI, PER CRITICARE DURAMENTE L'OPERATO DELLA FARNESINA. ''SE SI E' MINISTRI DEGLI ESTERI - HA DETTO FORMIGONI - BISOGNA AVERE IL CORAGGIO DI ALZARSI DALLA PROPRIA POLTRONA ED ANDARE A VEDERE DI PERSONA COME E' LA SITUAZIONE. NON E' DIPLOMAZIA STARE ATTACCATI ALLA SEDIA E MANDARE IN GIRO PROCLAMI CICLOSTILATI CHE INVOCANO LA LIBERAZIONE DEL KUWAIT''.

RIFERENDOSI POI SIA ALL'INDIFFERENZA CON CUI E' STATO ACCOLTO L'APPELLO DEL PAPA, SIA ALLE CRITICHE MOSSEGLI PER LA SUA POSIZIONE RISPETTO ALL'INTERVENTO DELL'ITALIA NEL CONFLITTO, FORMIGONI HA DICHIARATO: ''CHI OGGI FA SENTIRE UNA VOCE DIVERSA DAL CORO DEI SOSTENITORI DELLA GUERRA GIUSTA, O VIENE CONSIDERATO UN ILLUSO O UN VENDUTO. NON C'E' LO SPAZIO DI AVERE UNA POSIZIONE DIVERSA: O SEI CON LE TRUPPE NEL DESERTO O SEI CON SADDAM. MA NESSUN ORDINE INTERNAZIONALE - HA OSSERVATO INFINE - POTRA' USCIRE DAI CANNONI E DALLE BOCCHE DEI FUCILI''.

(RED/LR/ADNKRONOS)