CURDI: MILLE MORTI AL GIORNO
CURDI: MILLE MORTI AL GIORNO

Washington/Damasco, 13 apr (adnkronos)- La tragedia dei rifugiati curdi continua. Secondo quanto riferiscono diverse fonti americane, i profughi SCAPPATI sulle inospitali montagne alla frontiera tra Iraq, Iran e Turchia, continuano a morire alla media di circa mille al giorno. Per cercare di porre fine all' ''olocausto curdo'', il governo di Washigton ha moltiplicato gli sforzi umanitari per paracadutare ai rifugiati i generi di prima necessita': cibo, medicine, tende e coperte.

Cosi', mentre il presidente George Bush, con il piu' duro discorso pronunciato dalla fine della guerra nel golfo, ha ribadito che ''non sacrifichera' la vita di neppure un soldato americano'' per la rivolta in Iraq, le forze aeree americane continuano ad accollarsi il peso dello sforzo umanitario: il numero dei soldati americani inviati nella regione e' stato duplicato e si attesta ora intorno alle 8300 unita'.

Tonnellate di cibo e medicine, nel frattempo, sono arrivate nel porto turco di Iskenderun a bordo della nave della marina militare americana San Diego. Un'altrA UNITA' americanA, la Uss Sirius, dovrebbe arrivare martedi' prossimo. (segue)

(Liv/ZN/ADNKRONOS)