IRAQ: BRUCIATI VIVI I RIBELLI
IRAQ: BRUCIATI VIVI I RIBELLI

TEHERAN, 13 APR. - (ADNKRONOS/DPA) - Le truppe di Saddam Hussein hanno distrutto i templi e i luoghi sacri nella citta' di Karbala per impedire alla gente di rifugiarvisi all'interno, arrestato migliaia di residenti e bruciato molti di essi vivi. E' la clamorosa denuncia fatta oggi da un portavoce dell'opposizione irachena a Damasco all'agenzia di stampa iraniana ''Irna''. ''Oltre 60mila persone residenti a Karbala -ha dichiarato il portavoce- sono state imprigionate e i membri di cinque famiglie che si oppongono al regime di Saddam Hussein sono stati bruciati vivi''. E non e' tutto. Secondo l'opposizione, sette giovani provenienti dalla citta' di Bassora sono stati giustiziati per aver disegnato graffiti contro Saddam hussein sui muri della citta'.

''Le forze rivoluzionarie -ha concluso il portavoce- sono ancora impegnate nella loro battaglia per la giustizia e liberta'. L'offensiva continua. Tra giovedi' e venerdi', decine di miliziani della guardia repubblicana sono stati uccisi e feriti negli scontri avvenuti nei pressi della citta' di al-Amara''.

(ROB/PL/ADNKRONOS)