ETIOPIA: ORDINE DI REIMPATRIO DA WASHINGTON
ETIOPIA: ORDINE DI REIMPATRIO DA WASHINGTON

Washington, 26 apr -(adnkronos)- Il dipartimento di stato americano ha ordinato il reimpatrio dei ''funzionari non indispensabili dell'ambasciata americana ad Addis Abeba'', 30 in tutto (otto sono gia' tornati a casa in marzo) e ha invitato tutti i cittadini americani, oltre 600,che si trovano in Etiopia, a tornare in patria.

E questo e' un chiaro segnale, commentano gli osservatori, del precipitare della situazione nelle ultime ore. Il cerchio intorno alla capitale sta per chiudersi -al nord i ribelli eritrei dello EPLF hanno conquistato la baia di Beilul dalla quale controllano il porto di Assab, mentre al sud i tigrini che fanno capo allo FDRP sono arrivati ad Ambo, importante centro strategico a soli 100 chilometri dalla capitale- e Menghistu Haile' Mariam, il negus rosso, ha sempre piu' le ore contate.

Il portavoce del dipartimento di stato, Richard BOucher, nel dare l'annuncio della decisione di evacuare l'ambasciata americana ad Addis Abeba ha confermato l'impegno del governo degli Stati Uniti a inviare nuovi aiuti alle popolazioni delle regioni etiopiche piu' colpite dalla carestia e dalla fame. Lo scorso anno Washington varo' a favore del paese un pacchetto di 150 milioni di dollari.

(iac/pan/adnkronos)