ETIOPIA: TANA BELES ADDIO? (2)
ETIOPIA: TANA BELES ADDIO? (2)

(ADNKRONOS) - Il progetto, che era stato avviato subito dopo la terribile carestia del 1986 in seguito alla quale Menghistu decise di spostare le popolazioni colpite dalla fame e dalla siccita' nelle zone occidentali del paese, era arrivato a buon punto. Anche il giudizio della commissione esteri che nel 1989 si era recata in visita di ispezione nella zona era stato positivo. L'intento di creare le strutture necessarie per consentire agli abitanti dell'area una totale autosufficienza era stato centrato. Cosi', dopo i primi 300 miliardi, lo scorso anno l'Italia aveva iniziato a investirne a altri cento fino al 1994.

Fonti italiane dall' Etiopia riferiscono comunque che la situazione nella piana del lago Tana non e' drammatica. I guerriglieri tigrini che controllano la zona non hanno compiuto attentati ai danni delle strutture realizzate dalla ditta Salini. Le strutture realizzate dalla Salini sarebbero tutte integre.

I macchinari e i materiali non sarebbero stati distrutti anche se i ribelli dello eprp (il partito rivoluzionario del popolo etiopico) che mirano al controllo della zona stanno cercando di far credere il contrario.

(iac/ZN/ADNKRONOS)