SOMALIA: SEQUESTRATO (3) UN CARICO ECCELLENTE
SOMALIA: SEQUESTRATO (3) UN CARICO ECCELLENTE

(adnkronos) - A fare decidere per il ''no'' le autorita' keniote potrebbe essere stata la sosta che il ''Kwanda'' ha fatto a Ras Chiamboni, piccolo paesino posto proprio alla frontiera tra Kenya e Somalia. Li' sono scesi tra 200 e 250 uomini armati, tutti miliziani del presidente deposto. ''Forse - hanno spiegato le fonti - a Nairobi non si fidano e temono che a bordo ci sia ancora gente armata''. A terra sono scesi anche alcuni membri dell'equipaggio ed a bordo della motonave sono rimasti oltre al comandante Iorini, solo cinque somali.

Nell'arrivo a ras Chiamboni, intanto, il ''landing craft'' carico anche di viveri e medicine arrivate dall'italia, ha rotto il timone e ha danneggiato un motore. ripreso il mare il ''Kwanda'' ha chiesto aiuto via radio ed e' arrivato da Mombasa il rimorchiatore ''Bisonte'' inviato dalla ditta italiana ''Murri salvation''. Insieme al rimorchiatore, pero', e' arrivato il contrordine da Mombasa che ammoniva il ''Kwanda'' a non entrare nelle acque territoriali kenyote. A testimonianza della pericolosita' della situazione il ''Bisonte'' allungava il cavo del rimorchio portandosi ad una distanza di circa 200 metri e invertiva la rotta: in questo momento sta bordeggiando le coste meridionali somale.

Sul Kwanda ci sono molte personalita' di spicco del vecchio regime di Barre. Tra loro l'ex ambasciatore a Bruxelles, Diga Diga, ed il professore Abdirisak, ex presidente dell'Enfais, l'agenzia del Fondo Aiuti Internazionali in Somalia. Oltre a queste due personalita' ci sono anche ministri, generali ed altri esponenti del governo barre che, dopo essere stati costretti a lasciare Mogadiscio, ora sono stati cacciati anche dalla somalia meridionale.

(Liv/pe/adnkronos)