URSS: GORBACIOV RIFIUTA DI FIRMARE UNA LEGGE
URSS: GORBACIOV RIFIUTA DI FIRMARE UNA LEGGE

MOSCA, 26 APR. - (ADNKRONOS) - Il presidente sovietico Mikhail Gorbaciov per la prima volta si e' rifiutato di firmare una legge adottata dal soviet Supremo dell'URSS. La legge costituiva un emendamento al codice sovietico sul lavoro che secondo Gorbaciov contraddice la legge sovietica sui sindacati. Il presidente ha chiesto al Parlamento di riconsiderare l'emendamento.

L'attuale legge sui sindacati prevede che i dipendenti possano essere licenziati solo con il consenso dei sindacati stessi. L'emendamento adottato da Soviet Supremo dell'URSS il mese scorso avrebbe permesso alla direzione delle aziende di licenziare i dipendenti senza questo consenso. Il presidente del Soviet Supremo Anatoliy Lukjanov ha riferito ai deputati che Gorbaciov inoltre temeva che l'emendamento avrebbe potuto dar luogo a nuove tensioni sociali.

Come riferisce la TASS, alcuni parlamentari compreso il ministro della Difesa sovietico Sergej Lushchikov, avevano difeso l'emendamento e insistito che i dirigenti di azienda fossero liberi di licenziare i dipendenti. Ma altri deputati hanno obiettato che e' necessario proteggere gli operai dalla crescente minaccia di disoccupazione.

Piu' tardi, oggi, il Soviet Supremo dell'URSS ha deciso di rielaborare l'emendamento al Codice Sovietico del Lavoro dopo il rifiuto di Gorbaciov di firmarlo.

Come scrive la TASS i deputati hanno deciso di riscrivere l'emendamento contestato e di riprendere il dibattito dopo il primo maggio.

(ben/PE/adnkronos)