CULTURA: MORTO RENATO MIELI (2)
CULTURA: MORTO RENATO MIELI (2)

(adnkronos) - Dopo i sanguinosi episodi di Budapest nel 1956 la sua fede politica e' sottoposta ad una lacerante autocritica che gli fara' restituire un anno dopo la tessera al segretario Palmiro Togliatti. mantiene comunque ottimi rapporti personali con gli esponenti comunisti di allora.

''Usci' senza fare rumore - ha ricordato oggi Luciano pellicani di mondoperaio - ma con molta convinzione. Un giorno mi disse che i fatti d'ungheria furono l'ultima goccia di un vaso gia' pieno e che l'inizio dei dubbi sulla bonta' di quella strada cominciarono gia' nel 47 con l'episodio della Cecoslovacchia.'' Subito dopo l'uscita dal partito, con l'aiuto della confindustria, crea a Milano il Centro ricerche economiche e sociologiche dei paesi dell'est, del quale ne diviene direttore, organizzando per anni seminari, convegni e contatti ad altissimo livello coi massimi sovietologi europei.

In questo periodo fonda un'altra rivista, 'l'Est', unico strumento per la divulgazione della realta' sovietica. Con la costituzione de 'il giornale' di montanelli inizia la sua attivita' di collaborazione, passando al 'corriere della sera' quando ostellino ne prese la direzione come esperto sovietologo.

Ha vissuto fra milano e venezia, dove in quest'ultima citta' ha organizzato per anni seminari culturali per giovani. Nel 1990 e' stato nominato presidente italiano del 'centro vittime dello stalinismo'.

(red/pan/adnkronos)