ETIOPIA: LE FORZE IN CAMPO (3)
ETIOPIA: LE FORZE IN CAMPO (3)

(ADNKRONOS) - Si batte per l'uguaglianza dell'etnia tigrina con quella Amhara e per un'amministrazione autonoma. Chiede un referendum popolare per decidere il futuro assetto del paese. Se andra' al potere, ha assicurato indipendenza e autodeterminazione al popolo eritreo.

- EPLF, il Fronte di liberazione del popolo eritreo: da trent'anni si batte per l'indipendenza e l'autodeterminazione del popolo eritreo. Agisce in concomitanza strategica con i guerriglieri tigrini (l'intento comune e' di chiudere l'accerchiamento intorno ad Addis Abeba) e da due settimane sta cercando di entrare ad Assab.

Fonti della guerriglia eritrea in Italia hanno confermato alla adnkronos che il fronte controlla ormai da giorni la baia di Beilul e continua a bombardare il porto, che si trova ancora nelle mani dell'esercito. La caduta di Assab e' determinante, perche' taglierebbe fuori la capitale da ogni possibilita' di rifornimento. Il loro obiettivo principale e' arrivare ad una soluzione democratica della questione eritrea. ''La guerra contro il nostro popolo nella quale e' impegnato Menghistu -ha detto un portavoce italiano del Fronte- vosta all'Etiopia tra il 60 e il 70 per cento del reddito nazionale''.

(iac/Pan/adnkronos)