ETIOPIA: PROFILO DI MENGHISTU
ETIOPIA: PROFILO DI MENGHISTU

Roma, 21 mag. (ADNKRONOS)- Il colonnello Menghistu Haile Mariam era al potere in Etiopia dall'undici febbraio del 1977, otto giorni dopo il tentativo di colpo di stato che porto' all'uccisione del generale Teferi' Bante, presidente del Comitato Provvisorio di Coordinamento delle Forze Armate (Derg) che aveva assunto il potere il 12 settembre del 1974 rovesciando l'imperatore Haile Selassie I.

Nipote per parte di madre di una favorita dell'imperatrice Zawditu, vedova dell'imperatore Menelik II, di nome Totit, e del ciambellano di corte Kebedde Tessema, Menghistu venne allevato insieme al figlio maggiore di Kebedde, Kassa. I tratti negroidi ereditati dalla nonna lo relegarono pero' in una posizione sottomessa nel rigido sistema di caste amharico. Menghistu viveva negli alloggi dei servitori, non pote' mai completare gli studi secondari e prese i gradi di tenente alla scarsamente rinomata Scuola Militare Genet prima di completare la sua istruzione militare presso la base dell'esercito americano di Aberdeen, nel Maryland.

Kassa aveva nel frattempo ottenuto la maturita' e si era graduato presso l'Accademia Militare Haile Selassie, la piu' prestigiosa d'Etiopia. Ciononostante, i due fratellastri strinsero un'amicizia destinata a durare. In seguito alla rivoluzione del 1974, Kassa divenne il consigliere piu' ascoltato di Menghistu: si dice sia il supervisore dei conti in banca in Svizzera del deposto dittatore etiopico ed il responsabile della rete spionisitica allestita all'estero presso le ambasciate etiopiche e le sedi della compagnia di bandiera ''Ethiopian Airlines''. (segue)

(lun/GS/ADNKRONOS)