FILIPPINE: ABADIA RIVELA I PIANI DELLA DESTRA
FILIPPINE: ABADIA RIVELA I PIANI DELLA DESTRA

MANILA, 21 MAG - (ADNKRONOS/DPA)- Gli estremisti di destra erano pronti a colpire i vertici dello stato all'epoca delle elezioni presidenziali dello scorso anno: lo ha rivelato oggi a Manila il comandante supremo delle forze armate filippine, il generale Lisandro Abadia, aggiungendo che erano stati preparati dei veri e propri piani per eliminare il presidente Corazon Aquino, alcuni membri del gabinetto ed ufficiali dell'esercito.

''L'Alleanza Rivoluzionaria delle masse (Ram) e i Soldati del Popolo Filippino (Sfp), ora incorporate nell'Unione dei Giovani Ufficiali (You), alla cui testa figura il colonnello ora esonerato Gregorio ''Gringo'' Honasan responsabile del fallito colpo di stato del dicembre 1989, avevano messo a punto una rete di assassinii per destabilizzare le fondamenta dello stato -ha spiegato il generale Abadia- non e' ancora chiaro tuttavia quale fosse l'obiettivo finale: se boicottare le elezioni o imporre al paese la legge marziale''.

''Malgrado l'arresto di molti dei loro leader e la distruzione dei loro piani criminosi, i gruppi di estrema destra non hanno rinunciato ad impadronirsi del potere'', ha messo in guardia il capo delle forze armate filippine. Da questo punto di vista, ''sarebbe auspicabile lanciare una massiccia campagna contro i gruppi sovversivi di estrema destra, i terroristi di sinistra e i separatisti musulmani per conseguire il completo controllo strategico entro il 1992, anche se nessuno di questi gruppi clandestini e' in grado di rovesciare il governo'', ha concluso il generale Abadia. (segue)

(rob/Pan/adnkronos)