ARCHEOLOGIA A ROMA: UNA CITTA' SOMMERSA IN MOSTRA (2)
ARCHEOLOGIA A ROMA: UNA CITTA' SOMMERSA IN MOSTRA (2)

(ADNKRONOS) - MA PER CONSERVARE E ''VIVERE E FAR VIVERE'' LA ROMA STORICA E ARCHEOLOGICA, MEDIOEVALE, RINASCIMENTALE OCCORRONO INSIEME A NUOVI E COSTANTI FINANZIAMENTI ANCHE SOLUZIONI CORAGGIOSE SOPRATTUTTO INTELLIGENTI. LA TRASFORMAZIONE IN PARCHEGGIO DELLE PIAZZE MONUMENTALI DEL CENTRO STORICO E DELLE AREE ARCHEOLOGICHE RECA DANNI ASSAI PIU' GRAVI DI QUELLI PRODOTTI DA CAPRE E BUOI NEL SECOLO SCORSO.

FRATTANTO IL COLLEGAMENTO TRA SCAVI NEL NUCLEO STORICO E SCAVI IN AREE METROPOLITANE (AD ESEMPIO NELLA CITTADINA 'SOMMERSA' DI GABI DOVE SONO STATE RITROVATE MIGLIAIA DI TOMBE) RIVELANO L'ORIGINE MERIDIONALE E GRECA - E NON ETRUSCA E CENTRO-ITALICA - DI INSEDIAMENTI LATINI. PRECISA TESTIMONIANZA UN VASO DI GABI DEL 770 A.C.

COSI PURE - AFFERMA RUSSEL T.SCOTT - LE FONTI STORICAMENTE RECENTI (DA GIACOMO BONI A RODOLFO LANCIANI) CONFERMANO ''CHE ROMA E' LA SCUOLA DEL MONDO''. E SE IL BONI ESALTA L'IMPERO ED 'OCCULTA' I PERIODI STORICI PRECEDENTI NON SI SA FINO A CHE PUNTO COMPIA UNA SCELTA STORICO-ESTETICA DISCUTIBILE O SE INVECE INTENDA LASCIARE SEPOLTO UN PATRIMONIO CHE I SUOI CONTEMPORANEI POTREBBERO DISTRUGGERE. SCELTA ''DOLOROSA'' - QUELLA DI ''TUMULARE'' I REPERTI ARCHEOLOGICI APPENA SCOPERTI - MA CHE GLI ARCHEOLOGI DEVONO ADOTARE ANCORA OGGI, DI FRONTE AL CINISMO DEI TRAFUGATORI E ALLA FURIA EDILIZIA. (SEGUE)

(PAL/zn/adnkronos)