BONN: DURO ATTACCO DELL'OPPOSIZIONE A KOHL (2)
BONN: DURO ATTACCO DELL'OPPOSIZIONE A KOHL (2)

A sostegno di Kohl si e' schierato Otto Graf Lambsdorff, il leader dei liberali, affermando ''l'inevitabilita''' di un periodo di ''siccita''' ed il riscontro di ''primi segnali incoraggianti di cambiamenti economici positivi''. Lambsdorff ha tuttavia ammesso ''errori di valutazione'' da parte del governo, alcuni dei quali ''potevano essere evitati'', sui costi della riunificazione.

Le affermazioni di Lambsdorff sono state pero' soffocate dalle ''puntualizzazioni'' dell'opposizione, guidate dal premier dello stato federato settentrionale di Schleswig-Holstein. Secondo Engholm infatti il gabinetto di Bonn ''e' lontano anni luce dalla verita' sulla Germania Orientale'' visto che il percorso da seguire verso la definitiva riunificazione tedesca ''e' molto piu' duro di quanto il governo non dica alla gente''.

Di fatto il leader dell'Spd ha accusato Kohl senza mezzi termini di avere opportunamente taciuto, prima delle prime elezioni unificate dello scorso dicembre, i ''reali sacrifici economici'' della riunificazione. Tanto da avere ''sistematicamente mentito'' anche in campagna elettorale in tema di politica tributaria: ''le tasse sono aumentate, eccome. Per di piu' a danno soprattutto delle fasce della popolazione a reddito basso''.

(lar/zn/adnkronos)