COSTO LAVORO: DE BENEDETTI (4)
COSTO LAVORO: DE BENEDETTI (4)

(adnkronos) - sempre prendendo spunto dalla relazione di ciampi, de benedetti ha quindi lamentato che ''in italia si sono fatte molte parole sull'esigenza di un processo di privatizzazione; ma fatti non ce ne sono stati'' e si e' detto convinto che la scelta di privatizzare ''sia necessaria ed opportuna in italia non solo per contribuire a ridurre il deficit pubblico, ma soprattutto per rafforzare il ruolo del mercato''.

un mercato che ha il suo punto debole nella borsa, ha argomentato ancora de benedetti - citando quelli che ha definito ''dati sconfortanti sulla dimensione e sul funzionamento della borsa italiana'' presentati da ciampi - volume scambi '90 pari al 4 per cento del pil e 60 per cento delle contrattazioni sui titoli di soli quattro gruppi - e concludendone che ''con questa borsa, il sistema delle imprese e il sistema italia non possono fare molta strada''.

''alla borsa vanno le briciole del risparmio - ha affermato de benedetti - per modificare il trend occorre ridurre la voracita' dello stato in fatto di risparmio, e con essa ridurre il livello dei tassi di interesse'', oltre a favorire una maggiore presenza dei fondi pensione e ad avviare le operazioni sui futures.

agli apprezzamenti per la relazione di ciampi e alla raccomandazione di avviare subito un ''risanamento dell'economia e della societa' che nella lunga fase espansiva degli anni '80 non abbiamo saputo realizzare'', de benedetti ha unito una nota di preoccupazione per come la relazione stessa e' stata accolta.

''mi ha stupito e preoccupato al tempo steso il consenso generale che la relazione di ciampi ha incontrato'', ha affermato de benedetti, specificando di riferisi soprattutto ai politici e aggiungendo: ''se non ci sono polemiche, in un paese come l'italia vuol dire che il monito del governatore e' messo subito in archivio''.

(car/zn/adnkronos)