GIUSTIZIA: DIBATTITO AL CSM - MARTELLI (2)
GIUSTIZIA: DIBATTITO AL CSM - MARTELLI (2)

(adnkronos) - RICHIAMANDO L'ESPERIENZA DELLA LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE, DI CUI EGLI E' STATO, COME VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, IL PROMOTORE, IL MINISTRO HA SOTTOLINEATO COME IN SEGUITO A QUELLO CHE E' ACCADUTO IN QUESTO CASO '' LE TRAVERSIE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE'' HANNO DIMOSTRATO CHE PER RISOLVERE UN PROBLEMA NUOVO OCCORRE UNA MISCELA ''DI STRUTTURE, EFFICIENZA, MISURE FINANZIARIE''; POICHE' ''LE RIFORME, ANCHE LE PIU' SACROSANTE, PERDONO DI CREDIBILITA''' .

''AMMAESTRATI DALL'ESPERIENZA DEL NUOVO CODICE DI PROCEDURA PENALE'' HA PROSEGUITO MARTELLI RIEVOCANDO LE SOLLECITAZIONI RICEVUTE DA VASSALLI PER RINVIARE LA NUOVA LEGGE, OCCORRE NEL CASO DELLA RIFORMA DEL CIVILE IMPEGNARSI A FONDO PER EVITARE UNA VIA CRUCIS DI SUCCESSIVE MODIFICHE LEGISLATIVE.

''CIO' NON VUOL DIRE SCEGLIERE IN PARTENZA LA STRADA DEL RINVIO MA QUELLA DI PROCEDERE'' COMBINANDO I VARI ASPETTI DELL'AZIONE IN DIFESA DELLA RIFORMA ALLO SCOPO DI EVITARE ''IL SEPPELLIMENTO DELLE SPERANZE DEI CITTADINI E DELL'IMPEGNO DEI RIFORMATORI''. (SEGUE)

(RED/ZN/ADNKRONOS)