GIUSTIZIA: DIMATTITO AL CSM - MARTELLI (6)
GIUSTIZIA: DIMATTITO AL CSM - MARTELLI (6)

(adnkronos) - insistendo sulla ''priorita' della lotta alla criminalita' organizzata'' martelli ha detto che non e' discutibile ''la scelta fatta dal governo e dal parlamento'' nel rimediare alle ''lesioni sociali'' che quest'ultima genera.

''innoviamo i mezzi per fortificare i presidi dello stato al sud, come stanno facendo le forze dell'ordine'' che non e' giusto abbandonare da sole nel loro lavoro, ha detto il guardasigilli. riferendosi all'ultimo decreto sul trasferimento forzato dei magistrati, martelli ha affermato di essere disponibile a discuterne, ''ma finiamola con il palleggiamento delle responsabilita'''.

ricordando che ''un solo quartiere di catania produce il 10 per cento della criminalita' minorile di tutta italia'', nartelli ha invitato i consiglieri ad individuare insieme gli strumenti necessari ad intervenire nell'impegno dello stato contro la criminalita' organizzata.

sottolineando il nuovo clima di distensione esistente fra ministro e csm, sanzionato dalla cordialita' di rapporti manifestata con il vice presidente galloni nell'incontro odierno, martelli ha affermato: ''le polemiche politiche che appartengono ad altri aspetti della vita pubblica debbono restare fuori quando si discute di problemi istituzionali e di questioni di giustizia in vcui vi e' una comune sensibilita' e una comune responsabilita'''. (segue)

(red/pan/adnkronos)