GREENPEACE: UNA BALENA CONTRO LE RETI 'SPADARE'
GREENPEACE: UNA BALENA CONTRO LE RETI 'SPADARE'

roma 6 giu. -(adnkronos)- una balena di plastica lunga 20 metri su cui era scritto ''no alle spadare'', ha bloccato stamane, assieme a 20 attivisti di greenpeace l'ingresso del ministero della marina mercantile.legati al cancello principale del ministero gli ambientalisti hanno manifestato contro la decisione del ministro facchiano di riautorizzare l'uso delle reti 'spadare', che, oltre a depauperare le risorsi ittiche, provocano la morte di migliaia di delfini balene e tartarughe marine.

''riautorizzando l'uso delle reti spadare- ha affermato paolo guglielmi, responsabile della campagna sulla pesca di greenpeace italia- il ministro facchiano non solo e' andato contro le decisioni del tar del lazio, del consiglio di stato e del suo predecessore on. carlo vizzini, ma ha anche prodotto un decreto assolutamente inapplicabile''.l'associazione ambientalista ha , a dieci giorni dall'emanazione del decreto,effettuato una prima indagine, interpellando 16 capitanerie di porto dalla sicilia alla liguria.

l'indagine ha evidenziato che,dopo l'invio da parte del ministero di un fax di poche righe in merito all'applicazione del nuovo decreto, nessuna capitaneria di porto ha effettuato nessun tipo di controllo ne in mare ne' in terra per verificare la corretta composizione ed uso degli attrezzi da pesca.a detta di tutte le c.p. gli stessi controlli, soprattutto quelli in mare sono difficoltosi, anche a causa della scarsita' di mezzi e di uomini a disposizione. (segue)

(red/zn/adnkronos)