REFERENDUM: NUOVO APPELLO DEL PLI (3)
REFERENDUM: NUOVO APPELLO DEL PLI (3)

(adnkronos) - altissimo ha ribadito la necessita' di operare su due ''tavoli'' diversi: il primo relativo ai problemi che il governo deve affrontare e innanzitutto a quelli della finanza pubblica e della lotta alla criminalita' organizzata; il secondo relativo invece ai temi istituzionali ed elettorali. secondo altissimo una vittoria del ''si''' non dovrebbe creare problemi di una certa gravita' all'interno della maggioranza. a questo proposto il segretario del pli ha ricordato come in passato, in occasione di altre consultazioni referendarie, i partiti di maggioranza si siano trovati ''su fronti opposti senza che questo determinase crisi di governo o alterazioni profonde nei loro rapporti''.

patuelli ha voluto ricordare cone la battaglia per la preferenza unica condotta dai liberali non sia di oggi, sottolineando come gia' nel '53 luigi einaudi si espresso contro le prefernze multiple. il vice segretario del pli ha criticato quelle forze politiche che stanno conducendo una campagna per l'astensione: ''chi conduce questa battaglia - ha detto - evidentemente e' consapevole di essere perdente altrimenti solleciterebbe i cittadini a recarsi alle urne per votare no''.

l'altro vice segretario roberto savasta ha criticato chi definisce incostituzionale il referendum: ''la costituzionalita' - ha detto - e' in grado di deciderla solo la corte costituzionale''. dello stesso tono l'intervento del presidente onorario del partito salvatore valitutti che ha ricordato come in occasione del referendum sulla caccia a promuovere l'astensionismo fu l'associazione dei cacciatori: ''in quel caso - ha detto valitutti - si trattava di una associazione privata. la differenza e' che oggi, a promuovere una campagna analoga, sono autorevoli personalita'''.

(fer/zn/adnkronos)