REFERENDUM: OCCHETTO (3)
REFERENDUM: OCCHETTO (3)

(adnkronos) - ''noi presenteremo subito dopo il voto -ha detto occhetto- una nostra proposta di riforma elettorale che ha l'obiettivo di dare piu' potere ai cittadini. la responsabilita' di questo paese non e' solo dei governanti, ma anche di chi li vota, ma perche' cio' accada veramente occorre che i cittadini possano decidere direttamente i progarmmi, le maggioranze e il governo''.

occhetto ha sottolineato che ''non devono piu' essere cinque signori chiusi in una stanza a fare e disfare i governi'' e ha sinteticamente esposto la proposta del pds: una sola camera legislativa con un numero ridotto di parlamentari; una camera delle regioni; una seria riforma della pubblica amministrazione concepita in modo tale che ''i politici non debbano toccare neanche un soldo''. insomma, ''il modo per costringere i governanti a governare''.

ma, secondo occhetto, non si tratta soltanto di questo. c'e' anche una ''questione morale'' quella stessa ''tanto cara a berlinguer, che trova in questa battaglia uno dei suoi momenti piu' alti''.

il segretario del pds ha sostenuto che ''la svolta parte da qui''. l'obiettivo e' quello di sanare la frattura nel rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni, una delle cause per la quale ''la democrazia si impoverise in tutto il paese e nel mezzogiorno diventa addirittura ostaggio dei poteri criminali''. (segue)

(red/zn/adnkronos)