ACQUA: GB (2)
ACQUA: GB (2)

(ADNKRONOS)- IL RAPPORTO ESAMINA IN PRIMO LUOGO I MECCANISMI DI FUNZIONAMENTO DEI DIVERSI COMPONENTI DEI DIVERSI COMPONENTI DEI DETERGENTI E SI SOFFERMA SULLE ''PROPRIETA''' DEL TRIPOLIFOSFATO DI SODIO, (STPP) CHE PERMETTE, FRA L'ALTRO, DI ''ADDOLCIRE L'ACQUA'', DI RENDERLA MENO ALCALINA, E IMPEDISCONO ALLO SPORCO DI TORNARE A DEPOSITARSI SUI TESSUTI. IN MOLTI PAESI PERO' - OSSERVA LA RICERCA - I FOSFATI O STPP, SONO STATI MESSI QUASI DEL TUTTO AL BANDO PERCHE' RITENUTI RESPONSABILI DEI FENOMENI DI EUTROFIZZAZIONE: QUESTO E' ACCADUTO IN SVIZZERA, IN ITALIA E IN UNA CERTA MISURA ANCHE IN FRANCIA (VEDI TERRITORIO E AMBIENTE N. 7, 1990) E IN GRAN BRETAGNA DOVE IL 20 PER CENTO DEL CONTENUTO DI FOSFORO NEI DETERSIVI E' STATO RIMPIAZZATO DA VARI SURROGATI. UNA DECINA DI SOSTANZE IN TUTTO, CHE VENGONO USATE NEI DETERGENTI ''VERDI'' E DELLE QUALI GLI ESPERTI DEL CES HANNO CERCATO DI VALUTARE L'EFFICACIA SOSTITUTIVA, L'IMPIEGO E I POSSIBILI EFFETTI SUGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE, SULL'AMBIENTE E SULL'UOMO.

IL PRINCIPALE SURROGATO DEI FOSFATI NEI DETERGENTI E' LA ZEOLITE A, UN ALLUMINOSILICATO CRISTALLINO E INSOLUBILE, CONSIDERATO INNOCUO PER L'AMBIENTE. TUTTAVIA LA ZEOLITE A CAUSA UN INCREMENTO (PARI A CIRCA 15 MILA TONNELLATE ANNUE IN GRAN BRETAGNA) DEI FANGHI DERIVATI DAI PROCESSI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE E UNA RIDUZIONE DEL LORO VALORE CALORIFICO, AUMENTANDO IL VOLUME DEI RESIDUI IN FASE DI INCENERIMENTO DEI FANGHI.

INOLTRE, QUESTO SURROGATO VIENE SEMPRE USATO IN ASSOCIAZIONE CON I PCA (ACIDI POLICARBOSSILICI), CHE SONO DIFFICILMENTE BIODEGRADABILI E DEI QUALI NON SI CONOSCONO ANCORA A FONDO GLI EFFETTI SULL'AMBIENTE ACQUATICO E TERRESTRE, PER CUI, OSSERVA IL RAPPORTO ''PRIMA DI INTRODURLI IN MANIERA PIU' ESTENSIVA SUL MERCATO BRITANNICO SARA' NECESSARIO VALUTARNE APPROFONDITAMENTE L'IMPATTO AMBIENTALE''.

STESSE RISERVE PER GLI SBIANCANTI - IL NOME TECNICO E' NTA, - CHE VENGONO USATI IN PICCOLE QUANTITA' NELLE ''FORMULE'' DEI DETERSIVI. NEL DOCUMENTO SI SOSTIENE CHE QUESTE SOSTANZE SONO SCRSAMENTE BIODEGRADABILI E CAPACI DI LIBERARE METALLI PESANTI, MOTIVI PER I QUALI SE NE SCONSIGLIA FORTEMENTE L'USO MASSICCIO. (SEGUE).

(RED/BB/ADNKRONOS)