AIDS: 14 CASI DI EUTANASIA IN OLANDA
AIDS: 14 CASI DI EUTANASIA IN OLANDA

FIRENZE, 17 GIU. (ADNKRONOS) - IN OLANDA SU 59 MALATI DI AIDS, PIU' DELLA META' HANNO PRESO IN CONSIDERAZIONE L'EUTANASIA, CHE E' STATA EFFETTUATA REALMENTE SU 14 DI ESSI. UN ALTRO GRUPPO CONSIDEREVOLE DI PAZIENTI HA RIFIUTATO IL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO, UTILIZZANDO SOLO FARMACI ANALGESICI.

LO HA DETTO IL DR. T. GREMMEN, DELL'ISTITUTO DI SALUTE MENTALE DELL'UNIVERSITA' DI UTRECHT, IN OLANDA, CHE E' L'UNICO PAESE DOVE E' POSSIBILE PRATICARE L'EUTANASIA LEGALMENTE PER OGNI MALATTIA, ALLA SETTIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE SULL'AIDS.

RESTANO COMUNQUE NOTEVOLI PROBLEMI ETICI, OLTRE CHE PRATICI: QUALE FARMACO UTILIZZARE E SOPRATTUTTO A QUALI DOSI.

GREMMEN HA CONDOTTO UNO STUDIO SULLE REAZIONI PSICOLOGICHE DEI PARENTI DEI 59 PAZIENTI MORTI: I DISTURBI PSICOLOGICI PIU' RICORRENTI SONO ANDATI DA UN ABUSO DI ALCOOL, DISTURBI PSICOSOMATICI, INSONNIA. DALLO STUDIO NON RISULTA CHE LA DECISIONE DEL CONGIUNTO DI SOTTOPORSI AD EUTANASIA ABBIA IN QUALCHE MODO INFLUENZATO LE REAZIONI PSICOLOGICHE DEI PAZIENTI STESSI.

(MAP/PL/ADNKRONOS)