AIDS: LA SITUAZIONE NELLE CARCERI (2)
AIDS: LA SITUAZIONE NELLE CARCERI (2)

(ADNKRONOS) - NELLE CARCERI ITALIANE ''NON E' ACCETTATA LA DISTRIBUZIONE DEI PRESERVATIVI E CIRCOLA POCO MATERIALE INFORMATIVO''; INOLTRE ''IL PERSONALE MEDICO, DECISAMENTE SOTTO ORGANICO, NON RIESCE AD AVERE UN RAPPORTO CONTINUATIVO CON LA POPOLAZIONE CARCERARIA.

SEMPRE SECONDO LE ASSOCIAZIONI DEI CARCERATI ''LE CONDIZIONI DI VITA ALL'INTERNO DEL CARCERE, A COMINCIARE DA QUELLE IGIENICHE INCIDONO NEGATIVAMENTE SUL DECORSO DELLA MALATTIA''. NON ESISTE, ''SE NON SPORADICAMENTE, ALCUN AIUTO DI SOSTEGNO PSICOLOGICO AL SIEROPOSITIVO O AL MALATO DI AIDS''.

INFINE E' ASSOLUTAMENTE NECESSARIO ATTIVARE ''UNA LEGGE CHE SIA FINALMENTE ADEGUATA ALLA MALATTIA: E' BENE DIRE CHIARAMENTE, ATTRAVERSO UNA NORMA, CHE E' ASSOLUTAMENTE INCOMPATIBILE LA DETENZIONE CON LA CONDIZIONE DI UN SISTEMA IMMUNITARIO ASSOLUTAMENTE COMPROMESSO.

(MAP/PL/ADNKRONOS)