AIDS: LA SITUAZIONE NELLE CARCERI IN ITALIA
AIDS: LA SITUAZIONE NELLE CARCERI IN ITALIA

FIRENZE, 17 GIU. (ADNKRONOS) - IN ITALIA UN DETENUTO SU CINQUE E' SIEROPOSITIVO: ERANO OLTRE 6 MILA NEL DICEMBRE '89, 437 QUELLI CHE SI SONO AMMALATI NEL 1990. LE CARCERI ITALIANE SONO POPOLATE PER IL 30 PER CENTO DA TOSSICODIPENDENTI, PERCENTUALE CHE ARRIVA AL 60 ED OLTRE NEI GRANDI PENITENZIARI METROPOLITANI. IN ITALIA OGNI DIECI PERSONE SIEROPOSITIVE SETTE SONO TOSSICODIPENDENTI.

QUESTA E' LA DENUNCIA CHE E' STATA FATTA DAI GRUPPI IMPEGNATI DIRETTAMENTE SU QUESTO TERRENO PRESENTE ALLA SETTIMA CONFERENZA MONDIALE SULL'AIDS E CHE VANNO DALL'ASSOCIAZIONE PROMETEO DI TORINO, A QUELLA PER I DIRITTI DEI DETENUTI AFFETTI DA VIRUS HIV PROVENIENTI DA PISA E FIRENZE, ALL'ASSOCIAZIONE ORA D'ARIA, ALL'ASSOCIAZIONE ANTIGONE ED ALTRE.

SECONDO QUESTE ASSOCIAZIONI CI SI CONTINUA AD AMMALARE IN CARCERE PERCHE' ''NON ESISTE UNA SERIA ATTIVITA' PREVENTIVA DI COMPORTAMENTI A RISCHIO'': SPAZZOLINI E RASOI ''NON VENGONO FORNITI GRATUITAMENTE E VENGONO USATI IN COMUNE''. INOLTRE ''C'E' UN USO COLLETTIVO DELLE SIRINGHE USATE PER INIETTARE SOSTANZE. UNA SIRINGA E' UN BENE PREZIOSO E NON VIENE BUTTATA FINO A CHE NON E' COMPLETAMENTE INUTILIZZABILE: NON E' ACCETTATA DAL MINISTERO LA FORNITURA DI SIRINGHE STERILI''. (SEGUE)

(MAP/PL/ADNKRONOS)