CURDI: BARZANI IN KURDISTAN, SLITTA L'ACCORDO
CURDI: BARZANI IN KURDISTAN, SLITTA L'ACCORDO

Damasco, 17 giu. (adnkronos)- Slitta ancora l'accordo tra curdi e Baghdad. Dopo oltre due mesi di frenetiche trattative, il leader del Partito Democratico del Kurdistan iracheno (Pdk), Massud Barzani, ha lasciato Baghdad diretto sulle montagne del Kurdistan dove, gia' da questo pomeriggio, la leadership del Fronte del Kurdistan vagliera' i risultati della estenuante trattativa con il regime di Saddam Hussein. Quali siano i termini dell'accordo tra curdi e governo iracheno non e' ancora dato sapere, ma sembra che ormai la trattativa sia giunta ad un punto morto: ''sara' difficile ottenere di piu''', ha detto all'adnkronos Izzadim Barwari, rappresentante ufficiale di Barzani a Damasco.

La riunione in corso in queste ore in Kurdistan - sembra nella cittadina di Shaqlawa ''liberata'' dai guerriglieri curdi - e' cruciale, e lo dimostra il fatto che sono accorsi a parteciparvi tutti i piu' importanti leader curdi: oltra a Barzani c'e' Jalal Talabani, presidente dell'Unione Patriottica del Kurdistan, il dottor Mahmoud Othman, segretario generale del Partito Socialista del Kurdistan e Samy Adbullrahman, vicepresidente del partito di Barzani.

Anche ai leader curdi, comunque, non resta che sperare. E' piu' come un auspicio che come un'autentica previsione sono viste le anticipazioni date da altre fonti della leadership curda secondo le quali l'accordo con il regime verra' finalmente siglato il venti di questo mese. ''In un primo momento l'accordo doveva essere raggiunto a fine maggio, poi si e' parlato del 15 giugno, ora si e' slittati al venti. In molti pensano che Saddam stia solo guadagnando tempo'', e' stato il rassegnato commento di Barwari.

(Liv/gs/adnkronos)