GERMANIA: ''NON VOLEVAMO UCCIDERE KLEIN''
GERMANIA: ''NON VOLEVAMO UCCIDERE KLEIN''

Berlino, 17 giu (adnkronos/dpa)- Con un insolito messaggio inviato all'agenzia di stampa tedesca DPA, i presunti assassini del funzionario dell'amministrazione di Berlino Hanno Klein, ucciso la scorsa settimana da un pacco bomba, affermano che non intendevano uccidere il funzionario, e che hanno sottovalutato la potenza dell'ordigno esplosivo.

Nel messaggio i terroristi - che secondo gli esperti potrebbero essere sostenitori della RAF - definiscono l'attentato ''adeguato... malgrado l'effetto inaspettato'' e si scagliano contro i piani di ristrutturazione di Berlino ed il progetto di ospitare le Olimpiadi nel Duemila.

Klein, coinvolto lo scorso anno in una polemica sulla cessione di un terreno nella parte centrale della citta' alla ''Daimler Benz'', collaborava strettamente con la Treuhand, il cui presidente Karsten Rohwedder, e' stato assassinato lo scorso 11 aprile in un attentato rivendicato dalla RAF.

(cin/bb/adnkronos)