SUDAFRICA: ABROGATA LA SEGREGAZIONE ANAGRAFICA (2)
SUDAFRICA: ABROGATA LA SEGREGAZIONE ANAGRAFICA (2)

(ADNKRONOS) - L'approvazione del ''Population Registration Act Repeal Bill'' (dizione corretta) - preceduta a febbraio dall'abbandono di fatto della registrazione delle nascite per razza - avrebbe delegittimato il Parlamento tricamerale di Citta' del Capo (''House of Assembly'', ''House of Representatives'' meticcia e ''House of Delegates'' indiana), se Pretoria non avesse deciso di mantenere la classificazione anagrafica esistente fino al 1994, quando tutti i sudafricani (neri compresi) dovrebbero eleggere un nuovo parlamento.

Una prima risposta della comunita' internazionale al voto di oggi a Citta' del Capo dovrebbe giungere dal Comitato Olimpico Internazionale. Il presidente del Coi Juan Antonio Samaranch aveva annunciato giovedi' scorso nella citta' inglese di Birmingham che si sarebbe dato luce verde alla partecipazione del Sudafrica alle Olimpiadi barcellonesi del 1992 non appena i pilastri legislativi dell'apartheid fossero stati abrogati da Pretoria, la cui ultima partecipazione olimpica risale ai giochi romani del 1960.

Buone notizie per De Klerk dovrebbero giungere prossimamente anche dal Commonwealth - all'interno del quale la Gran Bretagna e l'Australia premono per l'avvio di un'abrogazione graduale delle sanzioni contro il Sudafrica - e dagli Stati Uniti - dove la Casa Bianca intende ingaggiare a luglio una battaglia con il Congresso di Washington per abrogare le sanzioni contemplate dal ''Comprehensive Antiapartheid Act'' del 1986, seguendo cosi' il cammino aperto dalla Cee nel dicembre dell'anno scorso. (segue)

(lun/GS/ADNKRONOS)