CSM: MD RISPONDE A COSSIGA
CSM: MD RISPONDE A COSSIGA

ROMA, 17 GIU. (ADNKRONOS) - ''RISULTANO ALTERATE E COMPROMESSE LE REGOLE DI CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO, CHE SEMPRE PIU' RISCHIA DI ESSERE TRASFORMATO IN UNA SPECIE DI CAMPO DI BATTAGLIA''.

LO AFFERMA UN COMUNICATO DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA SUCCESSIVO ALLE DICHIARAZIONI ODIERNE DEL CAPO DELLO STATO: ''IN PARTICOLARE CON LA SUA RICHIESTA AI CONSIGLIERI BRESSANI E COCCIA DI PRESIEDERE RISPETTIVAMENTE IL PLENUM E LA SEZIONE DISCIPLINARE'', SECONDO MAGISTRATURA DEMOCRATICA, IL CAPO DELLO STATO E' ANDATO OLTRE ''LA LEGGE ISTITUTIVA DEL CONSIGLIO''. QUESTA INFATTI, SECONDO MD, STABILISCE CHE IL VICE PRESIDENTE DEL CSM ''NON E' UN FIDUCIARIO'', MA HA PER LEGGE UNA SUA ''AUTONOMA COMPETENZA CHE NON PUO' ESSERE CANCELLATA DA ALCUNA VOLONTA''', MEN CHE MAI ''SUPERIORE''.

SECONDO MD IL VICE PRESIDENTE DEL CSM ''DEVE PRESIEDERE'' PLENUM E DISCIPLINARE ''E DA TALE COMPITO NON PUO' ESSERE DISTOLTO PER RAGIONI POLITICHE O PER DESIDERI PERSONALI DI CHICCHESSIA''. (SEGUE)

(RED/PL/ADNKRONOS)