ELEZIONI SICILIA: ALTISSIMO (2)
ELEZIONI SICILIA: ALTISSIMO (2)

(ADNKRONOS) - QUANTO ALLA DC, SECONDO ALTISSIMO ''E' STATA RICONFERMATA LA CAPACITA' DI QUESTO PARTITO DI ESERCITARE IL VOTO DI SCAMBIO: LA DC SI INDEBOLISCE NELLE GRANDI CITTA' E DI RAFFORZA INVECE IN QUEI CENTRI MINORI DOVE E' PIU' FACILE IL CONTROLLO DEI CONSENSI''. DOPO AVER SOTTOLINEATO COME TUTTI I PARTITI DI OPPOSIZIONE ABBIANO FATTO REGISTRARE UN FORTE CALO, IL SEGRETARIO DEL PLI HA RILEVATO LA NECESSITA' DI DARE REGOLE NUOVE ''PER EVITARE CHE I FENOMENI DI PROTESTA, ANCHE DI CARATTERE QUALUNQUISTICO, POSSANO FAR DEGENERARE IL SISTEMA DEMOCRATICO DEL PAESE''.

A GIUDIZIO DI ALTISSIMO IL VOTO SICILIANO NON DOVRBBE INFLUIRE PIU' DI TANTO SUI RAPPORTI FRA I PARTITI DELLA COALIZIONE: ''SONO CONVINTO - HA AGGIUNTO - CHE ALLA FINE PREVARRA' IL SENSO DI RESPONSABILITA' DI TUTTI E SI EVITERA' DI ANTICIPARE LA FINE DELLA LEGISLATURA. OCCORRE INVECE UTILIZZARE IL TEMPO CHE CI RESTA DI QUESTA LEGISLATURA PER FARE UN LAVORO SERIO SULLE RIFORME''.

E A PROPOSITO DI FORMULE DI GOVERNO ALTISSIMO SOSTIENE CHE ''NON ESISTE UNA MAGGIORANZA DIVERSA DA QUELLA ATTUALE. IL ''GOVERNISSIMO'' E' UNA IPOTESI CHE NON CI TROVEREBBE PRESENTI, ANCHE PERCHE' ABBIAMO GIA' VISTO DI COSA SI TRATTI CON LA SOLIDARIETA' NAZIONALE. CIO' CHE OCCORRE FARE E' INVECE MODIFICARE IL MODELLO POLITICO ATTRAVERSO LE RIFORME ISTITUZIONALI''.

(FER/GS/ADNKRONOS)