ELEZIONI SICILIA: ANDO' SU DATI DEFINITIVI
ELEZIONI SICILIA: ANDO' SU DATI DEFINITIVI

ROMA, 17 GIU. (ADNKRONOS) - ''LA LETTURA DEI DATI DEFINITIVI DELLE ELEZIONI SICILIANE CHE SONO ABBASTANZA DIVERSI DA QUELLI IPOTIZZATI DALLA DOXA NELLE SUE PROIEZIONI, FANNO REGISTRARE UN LIEVE INCREMENTO DEL PSI IN VOTI ED UN SEGGIO IN PIU' RISPETTO ALLE PRECEDENTI REGIONI''. LO HA DETTO IL CAPOGRUPPO DEL PSI A MONTECITORIO SECONDO CUI ''L'AUMENTO SOCIALISTA E' STATO FRENATO DALL'ACCERCHIAMENTO AL QUALE IL PARTITO E' STATO SOTTOPOSTO NEGLI ULTIMI GIORNI DELLA CAMPAGNA ELETTORALE ATTRAVERSO UNA VERA E PROPRIA CROCIATA TENDENTE A SPIEGARE IL RISULTATO REFERENDARIO ESCLUSIVAMENTE IN CHIAVE ANTISOCIALISTA''. ''IN QUESTA CROCIATA -HA AGGIUNTO ANDO'- SI E' DISTINTO IL PDS, DANNEGGIANDO IL PSI MA NON GIOVANDO A SE STESSO''.

''ABBIAMO OGGI UNA ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA - HA CONTINUATO L'ESPONENTE DEL PSI - PIU' FRAMMENTATA DELLA PRECEDENTE E SOPRATTUTTO LO SCHIERAMENTO PROGRESSISTA RISULTA FRAMMENTATO. IL SUCCESSO ELETTORALE DELLA RETE COINCIDE CON L'AUMENTO DELLA DC ED IL TONFO DEL PDS. E' LA SECONDA VOLTA CHE QUESTO AVVIENE NELL'ARCO DI UN ANNO. SI E' VERIFICATO NELLE AMMINISTRATIVE DEL 90 E SI VERIFICA OGGI ALLE REGIONALI''.

''DAL VOTO -HA CONCLUSO ANDO'- EMERGE UNA FORTE DOMANDA DI CAMBIAMENTO. LA LEGISLATURA REGIONALE CHE SI APRE DEVE ESSERE LA LEGISLATURA DELLE RIFORMWE, A COMINCIARE DALLA RIFORMA DELLA REGIONE. OCCORRONO RIFORME VERE E NON RIFORMETTE COME QUELLA ESPRESSA DALLE URNE REFERENDARIE IL 9 E IL 10 GIUGNO''.

(MEL/GS/ADNKRONOS)