CINEMA: SPIELBERG ARRICCHISCE L'OSPEDALE (2)
CINEMA: SPIELBERG ARRICCHISCE L'OSPEDALE (2)

In un accordo distinto, con la casa produttrice e distributrice Columbia Tri-Star, si e' poi assicurato un altro mezzo milione di dollari, raccolto con prime di beneficenza in giro per il mondo. Ma la vera differenza potrebbe farlo quel 3,75 per cento sugli utili netti del film.

Il tutto e' stato possibile grazie alla prontezza di riflessi di Lady Callaghan, la moglie dell'ex primo ministro britannico James, oggi Lord Callaghan, che essendo una delle direttrici fiduciarie del consiglio d'amministrazione dell'ospedale, nel 1987, a 50 anni esatti dalla morte di Barrie, scatto' in azione chiedendo alla camera dei Comuni di legiferare sui diritti d'autore di Peter Pan. ''Era chiaro desiderio espresso nel testamento di Barrie che l'ospedale godesse del frutto dei diritti d'autore per sempre. Bisognava dunque evitare che i diritti scadessero, come avviene normalmente 50 anni dopo la morte dell'autore'', spiega Lady Callaghan. E grazie all'influenza politica del marito, riusci' a ottenere nel 1988 un provvedimento unico, un'eccezione per Barrie e per l'ospedale che potra' godere dei diritti per sempre.

Il Great Ormond Street Hospital, fondato nel 1852 conta 348 letti, ed e' considerato all'avanguardia per i piu' difficili casi in pedagogia. Medici, infermieri, inservienti - tutti legatissimi al loro ospedale - fanno ora un tifo d'inferno per Spielberg e per il suo film: un grande successo di cassetta potrebbe significare la vita per molti bambini. Sicuramente anche Barrie, dalla terra senza tempo, si sta dando da fare sul serio.

(cab/BB/ADNKRONOS)