CONGRESSO PSI: OCCHETTO, LA SVOLTA ANCORA NON C'E' (2)
CONGRESSO PSI: OCCHETTO, LA SVOLTA ANCORA NON C'E' (2)

(ADNKRONOS) - PER IL LEADER DEL PDS E' SBAGLIATA L'IMPOSTAZIONE DI CRAXI RISPETTO ALL'ALTERNATIVA DI SINISTRA: ''IL PROBLEMA SAREBBE DI CAPOVOLGERE IL PERCORSO: NON PARTIRE DALL'UNITA' SOCIALISTA PER ARRIVARE POI ALL'ATERNATIVA, COME SOSTIENE CRAXI, MA DA UNA LEGGE ELETTORALE CHE NON E' QUELLA DELLA DC, CHE COMUNQUE CRAXI HA BOCCIATO, MA LA NOSTRA, PER FARE UNA COALIZIONE DI TUTTE LE FORZE DELLA SINISTRA. CHIEDEREMO CHE IL PSI ESCA DAL SISTEMA DI POTERE DELLA DC CORRENDO IL RISCHIO DELL'OPPOSIZIONE''.

IN QUESTA OTTICA OCCHETTO HA CRITICATO ANCORA IL PRESIDENZIALISMO PERCHE', A SUO AVVISO, ''COSI' COME VIENE PRESENTATO COMPORTA IL RISCHIO DI UNA DIARCHIA DC-PSI, UNO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E L'ALTRO A CAPO DEL GOVERNO''. ''SAREMMO SEMPRE DACCAPO'', HA CONCLUSO OCCHETTO.

NE' EVIDENTEMENTE E' BASTATA AD OCCHETTO LA FOLLA CHE LO HA CIRCONDATO ALL'USCITA DAL PADIGLIONE. ALCUNI MILITANTI SOCIALISTI HANNO VOLUTO STRINGERGLI LA MANO. UNO ADDIRITTURA HA GRIDATO: ''ACHILLE, VEDRAI CHE PIANO PIANO CE LA FAREMO''.

(COR/ZN/ADNKRONOS)