CONGRESSO PSI: RELAZIONE CRAXI - RIFORME ELETTORALI DC
CONGRESSO PSI: RELAZIONE CRAXI - RIFORME ELETTORALI DC

BARI, 27 GIU. (ADNKRONOS) - NEL SOTTOLINEARE CHE QUALSIASI RIFORMA ELETTORALE NON POTRA' CHE ANDARE DI PARI PASSO CON IL PROCESSO DI RIFORME ISTITUZIONALI, CRAXI HA FORTEMENTE CRITICATO LA PROPOSTA ELETTORALE DELLA DC IMPERNIATA SU PREMI DI MAGGIORANZA CHE E' PEGGIORE DI QUELLA CHE FU DEFINITA NEL '53 LA COSIDDETTA LEGGE TRUFFA.

IN PARTICOLARE CRAXI SI E' DOMANDATO QUAL'ERA IL SENSO DELLA PROPOSTA CHE ORA VIENE AVANZATA ''POICHE' IL SOLO PARTITO CHE, ALLEANDOSI CON LA DC, CONSENTE DI RAGGIJUNGERE LA MAGGIORANZA ASSOLUTA E' IL PSI NE CONSEGUE CHE EVIDENTEMENTE PREVALE NELLA DC LA CONSIDERAZIONE CHE SI E' CONCLUSO O STA PER CONCLUDERSI IL CICLO DELLA COLLABORAZIONE CON I SOCIALISTI E CHE QUINDI E' NECESSARIO METTERE MANO AD UNA RIFORMA ELETTORALE CHE CONSENTA ALLA DC DI POTER PUNTARE UGUALMENTE ALLA MAGGIORANZA ASSOLUTA ATTRAVERSO IL CONSEGUIMENTO DI UNA MAGGIORANZA RELATIVA RITORNANDO IN TAL MODO ALLO SCHEMA DI UNA ALLEANZA DELLA DC CON FORMAZIONI MINORI E CALCOLANDO CHE UNA COALIZIONE DI QUESTO TIPO NON SAREBBE IN CONDIZIONI DI RAGGIUNGERE LA MAGGIORANZA ASSOLUTA.

''IMMAGINANO POI SEMPRE ALCUNI STRATEGHI DELLA DC CHE MENTRE IL LORO PARTITO, DATA LA SUA FORZA DI PARTENZA POTREBBE PIU' FACILMENTE RACCOGLIERE FORZE MINORI D'APPOGGIO, DALL'ALTRO LATO LA GRANDE DISPERSIONE, ETEREOGENEITA', E DIVISIONE DELLE FORZE IN CAMPO RENDEREBBE ASSAI PIU' ARDUO ED INCERTO PER UNO SCHIERAMENTO ALTERNATIVO OTTENERE UN RISULTATO VINCENTE. (SEGUE)

(GUG/RDA/ADNKRONOS)