CONGRESSO PSI: RELAZIONE CRAXI - RIFORME ISTITUZIONALI (2)
CONGRESSO PSI: RELAZIONE CRAXI - RIFORME ISTITUZIONALI (2)

(ADNKRONOS) - ''IL MODELLO DI TIPO SEMI-PRESIDENZIALE RAFFORZEREBBE LA AUTORITA' DELLA REPUBBLICA, SI INNESTEREBBE NELLA DEMOCRAZIA PARLAMENTARE COME UN FATTORE DI SOSTEGNO E NON DI INDEBOLIMENTO DELLE PREROGATIVE E DEI POTERI DEL PARLAMENTO. IN OGNI CASO NOI RITENIAMO CHE UNA RIFORMA DI QUESTA NATURA PER POTER PROCEDERE HA BISOGNO DI UN CONSENSO TRA LE FORZE POLITICHE BEN PIU' VASTO DI QUELLO CHE SINO AD ORA HA POTUTO RACCOGLIERE''.

CRAXI HA ANCHE MESSO IN EVIDENZA COME ''UNA RIFORMA DEL PARLAMENTO CHE SEMPLIFICHI, RAZIONALIZZI, AUMENTI LA CAPACITA' E LA TEMPESTIVITA' DELLE DECISIONI E DEI CONTROLLI, MNISURE DIRETTE A GARANTIRE LA STABILITA' DELL'ESECUTIVO, UN AMPIO PROCESSO DI DELEGIFICAZIONE, COSTITUISCONO NELL'INSIEME UN PASSAGGIO OBBLIGATO DESTINATO A DARE MAGGIORE AUTOREVOLEZZA ED EFFICACIA ALL'INTERO SISTEMA''. INFINE CRAXI HA DETTO CHE OCCORRE CONTRAPPORRE AL ''GENERICO E CONFUSO FEDERALISMO DELLE LEGHE'' UN ''CONCRETO E CORAGGIOSO SVILUPPO DELLE REGIONI''. A PROPOSITO DELLE LEGHE CRAXI HA OSSERVATO CHE NON SERVIRA' A MOLTO DEMONIZZARLE. ''SERVIRA' INVECE UNA BUONA RIFORMA DELLO STATO E DELLE REGIONI, UN RAFFORZAMENTO DEI POTERI LOCALI, UNA MAGGIORE EFFICIENZA DEI SERVIZI PUBBLICI. SERVIRA' UNA CAMPAGNA DI CHIARIFICAZIONE DEMOCRATICA CHE CONTRASTI LA CAMPAGNA CONTRARIA DI QUALUNQUISMO E DI SISTEMATICA DENIGRAZIONE DELLA CLASSE POLITICA E DELLE ISTITUZIONI ALIMNETATA DA GRUPPI INDUSTRIALI LOCALI MA ANCHE DALLE MOLTEPLICI TRIBUNE DI IMPORTANTI GRUPPI EDITORIALI''.

(GUG/RDA/ADNKRONOS)