ELEZIONI SICILIA: PLI CHIEDE SCIOGLIMENTO ASSEMBLEA REGIONALE
ELEZIONI SICILIA: PLI CHIEDE SCIOGLIMENTO ASSEMBLEA REGIONALE

ROMA, 27 GIU. (ADNKRONOS) - ANTONIO FIUMEFREDDO, CONSIGLIERE NAZIONALE DEL PLI E PRESIDENTE DEL ''COMITATO PER L'ANNULLAMENTO DELLE ELEZIONI'' HA CHIESTO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA LO SCIOGLIMENTO DELLA NEO-ELETTA ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA.

''L'ART.126 DELLA COSTITUZIONE - AFFERMA L'ESPONENTE LIBERALE - PUO' ESTENDERSI ALL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA L'ADDOVE E' PREVISTO LO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO REGIONALE 'PER RAGIONI DI SICUREZZA NAZIONALE'. LE INFILTRAZIONI ED IL CONTROLLO DEL VOTO DA PARTE DI POTENTI CLAN MAFIOSI, COLLUSI CON ESPONENTI POLITICI, CONFIGURANO - AGGIUNGE FIUMEFREDDO - UN VERO E PROPRIO ATTENTATO ALLE ISTITUZIONE DEMOCRATICHE E VIOLANO LE REGOLE CHE ASSICURANO LA SICUREZZA NAZIONALE''.

A GIUDIZIO DEL CONSIGLIERE NAZIONALE DEL PLI ''VENGONO INFATTI LESE LE RAGIONI DI SICUREZZA DELL'ORDINAMENTO DEL PAESE NEL MOMENTO IN CUI SI INSEDIA UN PARLAMENTO REGIONALE CHE, ALMENO PER IL COLLEGIO DI CATANIA (18 DEPUTATI ELETTI), HA UN COSPICUO NUMERO DI DEPUTATI CHE NON RAPPRESENTEREBBERO IL POPOLO SICIALIANO MA PIUTTOSTO GLI INTERESSI DI GRUPPI MALAVITOSI ORGANIZZATI''.

(RED/GS/ADNKRONOS)