MESSAGGIO COSSIGA: GRANELLI ''UN GIALLO DA CHIARIRE''
MESSAGGIO COSSIGA: GRANELLI ''UN GIALLO DA CHIARIRE''

ROMA, 27 GIU. -(ADNKRONOS)- LEGGENDO IL MESSAGGIO ALLE CAMERE INVIATO DAL PRESIDENTE COSSIGA, LUIGI GRANELLI, MEMBRO DELLA DIREZIONE NAZIONALE DC E SENATORE, HA SCOPERTO CHE MANCA UN PASSAGGIO CHE PURE ERA STATO ANTICIPATO DALLE AGENZIE E COMMENTATO DAI TELEGIORNALI, RIGUARDANTE, PRECISA GRANELLI, ''L'IPOTESI DI UN GOVERNO DI GRANDE COALIZIONE CONDIZIONATO, NON SI VEDE IN BASE A QUALE PRINCIPIO DI LEGITTIMITA' AD UNA GUIDA LAICA O SOCIALISTA''.

''NON SI E' DI FRONTE SOLO AD UN GIALLO -HA AFFERMATO IL SENATORE GRANELLI- MA AD UN GRAVE EPISODIO CHE SAREBBE MEGLIO CHIARIRE ANCHE NEL MERITO''.

''SAPERE COME E QUANDO IL MESSAGGIO E' STATO MODIFICATO E' UN ELEMENTARE DOVERE DI CORRETTEZZA -HA AGGIUNTO GRANELLI- MA ANCHE NEL CASO DI UNA CORREZIONE PRIMA DELLA TRASMISSIONE ALLE CAMERE, PER EVENTUALMENTE TENERE CONTO DELLE CONTRO DEDUZIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, VA OSSERVATO COMUNQUE CHE L'INDICAZIONE DA PARTE DEL CAPO DELLO STATO E ALLEANZE POLITICHE, STABILMENDO ADDIRUTTURA CHE DOVREBBE GUIDARLE, CHE SERPEGGIA ANCHE IN ALTRE PARTI DEL MESSAGGIO, EQUIVARREBBE AD UN IMPOPRIO SCONFINAMENTO DI CAMPO ED AD UN VULNUS ALLE REGOLE, SANCITE DALLA COSTITUZIONE, DALLA AUTONOMIA DEL PARLAMENTO E DELLE SCELTE DELLE SINGOLE FORZE POLITICHE.

''IN ATTESA DI UNA ATTENTA LETTURA DI UN DOCUMENTO ASSAI COMPLESSO CHE DEGLI EFFETTI POLITICI DELLA SUA CONCITATA TRASMISSIONE ALLE CAMERE, CHE HA VISTO PRIVILEGGIARE LA VIGILIA DI UN CONGRESSO DI PARTITO AD UNA PIU' SAGGIA E MENO FRETTOLOSA INTESA CON IL GOVERNO SU DELICATE PROCEDURA, SI DEVE RIFLETTERE -HA CONCLUSO GRANELLI- SUI TEMPI, I MODI, IL TIPO DI CONCLUSIONE DI UN DIBATTITO IN PARLAMENTO CHE RISCHIA DI AGGRAVARE LA CRISI ISTITUZIONALE SE SI SVOLGE SENZA UN PRELIMINARE CHIARIMENTO SULLE RISERVE POLITICHE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO E CON UN RIFERIMENTO AD UN ATTO DEL CAPO DELLO STATO CHE NON PUO' CONSIDERARSI IN UNA REPUBBLICA PARLAMENTARE, L'INTERLOCUTORE DIRETTO E DETERMINANTE DEL PARLAMENTO''.

(RED/PE/ADNKRONOS)