MESSAGGIO COSSIGA: ''LA VOCE REPUBBLICANA'' (2)
MESSAGGIO COSSIGA: ''LA VOCE REPUBBLICANA'' (2)

(ADNKRONOS) - I REPUBBLICANI CONTESTANO LA TESI DEL ''FATTO TECNICO'' CHE SAREBBE ALL'ORIGINE DELLA CONTROFIRMA DEL MINISTRO GUARDASIGILLI MARTELLI ANZICHE' QUELLA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ''SE FOSSE PREVALSA LA TESI DELLA RESPONSABILITA' DEL MINISTRO DI SETTORE - SCRIVE IL QUOTIDIANO DEL PRI - SI SAREBBE DOVUTO CHIAMARE IN CAUSA IL MINISTRO DELLE RIFORME ISTITUZIONALI''. I REPUBBLICANI SOTTOLINEANO COME IL PARLAMENTO ''IN CONSEGUENZA DELLA OGGETTIVA PRESA DI DISTANZE DEL GOVERNO SI TROVA PRIVO DI INTERLOCUTORI NON AVENDO IL POTERE DI SINDACARE GLI ATTI DEL CAPO DELLO STATO. LA CONSEGUENZA DI CIO' E' CHE LO STESSO MESSAGGIO VIENE IN QUALCHE MODO DELEGITTIMATO E COMUNQUE VIENE A PERDERE GRAN PARTE DEL VALORE CHE DOVREBBE AVERE IN FUNZIONE DELL'INDICAZIONE DELLE STRADE DEL CONFRONTO ISTITUZIONALE E DELLA SOLLECITAZIONE AL RAGGIUNGIMENTO DI RISULTATI ADEGUATI E CONCRETI''.

''IL DISSENSO CHE SI E' MANIFESTATO CON LA MANCATA CONTROFIRMA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - SCRIVE LA VOCE REPUBBLICANA - HA APERTO UN VULNUS DI ESTREMA GRAVITA' IN SEDE ISTITUZIONALE E NON PUO' RIMANERE SENZA CONSEGUENZE CHI SOSTENESSE IL CONTRARIO, OLTRE A BLOCCARE NEI FATTI LO SVOLGIMENTO DI UNA DISCUSSIONE COSTRUTTIVA SULLE RIFORME, IN PARTICOLARE NEGLI AMBITI DI RESPONSABILITA' ESSENZIALE DEL PARLAMENTO, SI ASSUMEREBBE LA COLPA DI UN PROGRESSIVO DETERIORAMENTO AI VERTICI DELLE ISTITUZIONI E DI UNA INARRESTABILE CRESCITA DELLA SFIDUCIA DEI CITTADINI NEI LORO CONFRONTI''.

ECCO PERCHE' I REPUBBLICANI CHIEDONO UN ''PRECISO CHIARIMENTO'' ANCHE PERCHE' SE IL GOVERNO E' DIVISO NELLA VALUTAZIONE ''DI UN ATTO DI TALE VALORE PUBBLICO E ISTITUZIONALE'' IL PRI SI CHIEDE COME ''UN GOVERNO CON SIMILI DIVISIONI POSSA ANDARE AVANTI''.

(RED/GS/ADNKRONOS)